Disoccupazione giovanile al 43,7%, al top dal 1977

Alessio Taverniti 1 agosto 2014 1
Disoccupazione giovanile al 43,7%, al top dal 1977

La disoccupazione giovanile ha toccato livelli record dal 1977 attestandosi al 43,7%. L’analisi dell’Istat conferma che in Italia sono 3,15 milioni i disoccupati. I ragazzi tra i 15 e 24 anni rimangono sempre più indietro nel mercato del lavoro. La crisi non accenna a fermarsi.

Le risposte del governo Renzi sono prive di senso e non aiutano il mercato del lavoro, in particolare la disoccupazione giovanile, che ha raggiunto livelli storici. Il governo deve affrontare la situazione.

”Siamo ancora nel pieno dell’emergenza economica ed occupazionale, – conclude il segretario generale del Cisl, Raffaele Bonanni – Il paese è fermo. Abbiamo superato la soglia dei tre milioni di disoccupati e almeno 140 mila persone rischiano di essere espulse dal ciclo produttivo nel 2014 secondo le nostre stime”.[Ansa]

Il popolo italiano è in attesa di risposte e riforme che possano cambiare radicalmente la crisi del mercato del lavoro.

Il governo Renzi sarà in grado di affrontare la situazione?

One Comment »

    Leave A Response »